E’ Genetico!!! soluzione facile….ma altrettanto vera?

Io sono, noi siamo, tutti siamo

E’ Genetico!!! soluzione facile….ma altrettanto vera?

Oggi, dopo tantissime ricerche, scrivo questo articolo a me molto caro, in un ambiente molto delicato e “pericoloso”…molte volte ci troviamo di fronte ad una serie di condizioni nella nostra vita in cui ci rivolgiamo dal medico, da specialisti, da professori, da supermega professori per giungere alla conclusione di “Signora purtroppo il suo caso è genetico e non possiamo far nulla!”

Ma tale risposta è vera? E’ vera al 100%? Ha un fondamento sicuro da poter togliere qualsiasi speranza ad una persona con un “problema genetico” di qualsiasi tipo??

Cosa c’è dietro? Cosa porta la genetica a cambiare in maniera sfavorevole o favorevole le condizioni umane?

Ci sono circa 60000 pensieri al giorno che passano dalla nostra mente, e quasi il 90% di questi pensieri non cambiano. Essi rappresentano le convinzioni che abbiamo della vita, del nostro vicino di casa, dei nostri genitori e di tutto ciò che ci circonda, in una parola sola: l’ambiente in cui l’individuo vive. Molte volte sono pensieri negativi che si ripercuotono giorno dopo giorno e che realizzano la nostra realtà molte volte noiosa, triste e dolorosa. I pensieri sono determinanti per il nostro stato di salute.

Intervista a Giorgio per naturopatia piglia.it

Intervista a Giorgio per naturopatiapuglia.it

Intervistiamo il grande Giorgio Cerquetti, che rilascia a Naturopatia Puglia questa possibilità di intervista e di conoscenza.

Premessa su Giorgio, chi é?

In questa vita, nasce ad Ancona il 3 dicembre 1946. Si è laureato all’Università Statale di Milano con una tesi su Hegel e la filosofia indiana. Dal 1968 vive tra l’Italia, gli Stati Uniti, l’Africa e l’India, dove ha potuto approfondire la conoscenza del sanscrito, dello Yoga e della meditazione. Da più di 40 anni pratica ed insegna in varie parti del mondo l’autoguarigione psicosomatica, lo Yoga Tantrico, la meditazione, la scienza della reincarnazione e il potere della mente positiva. Nel 1994, in California, ha fondato Vegetarians International, un’organizzazione senza scopodi lucro che promuove i benefici di una alimentazione nonviolenta e distribuisce gratuitamente a i bisognosi cibo vegetariano. Per questo motivo ha ricevuto la residenza negli Stati Uniti. In Italia dirige Libera Condivisione Onlus, www.liberacondivisione.org, una organizzazione che promuove e finanzia programmi umanitari in India e in Africa.Tramite libri, CD, DVD, articoli ed interventi sui mass media, Cerquetti promuove con molto entusiasmo l’avvento di una Nuova Era, il nascere di una civiltà planetaria libera dai conflitti e dai soprusi. Una delle sue principali caratteristiche è spiegare conoscenze preziose, fondamentali per il miglioramento dell’individuo e della società, in un linguaggio accessibile ad ogni tipo di pubblico. Secondo lui ci troviamo davanti ad una svolta epocale, un vero e proprio Rinascimento spirituale, migliaia di persone stanno lavorando, in varie parti del mondo, per liberare il Grande Gioco della Vita dai recinti emozionali del dogma e della paura. Dal 1997 al 2011, ogni domenica sera, ha partecipato alla trasmissione TOTEM condotta da Giorgio Medail e trasmessa da RADIO RTL 102.5

 

Vincenzo : Ciao Giorgio, innanzitutto grazie per il tuo contributo che doni all’umanità intera con le tue conferenze e grazie per la concessione della tua energia a NaturopatiaPuglia.it. Sul tema “è Genetico” c’è un esempio pratico per gli scettici? Che esperienza ci puoi riportare a tal proposito?

Giorgio: Ciao caro Vincenzo, grazie a te per l’attenzione che riporti per questo tema più che attuale. Riporto un’esperimento fatto tempo fa da alcuni scienziati che sperimentarono l’eliminazione del gene dell’intelligenza e dell’apprendimento, dopo averlo individuato. Questo esperimento fu condotto su un bel numero di topi, i quali dopo esser deprivati del gene di apprendimento per un mese sono stati osservati e si è notato che i topi effettivamente non apprendevano e non reagivano normalmente a stimoli esterni. Dopo un mese di oggettiva “deficienza” dei topi privi del gene dell’apprendimento, vengono inseriti in un contesto con topi normali esuli da ogni esperimento umano. Succede che in poco tempo i topi privi del gene di apprendimento sviluppano nuovamente il gene grazie all’ambiente in cui vivono. Le generazioni successive non presentano alcun tipo di deficit debellando completamente quel mese nero della loro esistenza.

Quindi possiamo dedurre che ogni gene privatoci possiamo ricrearlo se vivessimo in un contesto ambientale favorevole per far avvenire uno dei tanti miracoli che la vita contiene.

Vincenzo : Grazie Giorgio per questo esempio pratico e illuminante. Così deduco che la scusa che ci raccontano “è genetico” fa ignorare tutto il sistema ambientale e la cultura dove si vive. Voglio ricordare una famosa frase che sà di buono e sà di crudele: « Lo stato razzista deve considerare il bambino come il bene più prezioso della nazione » – Adolf Hitler –  

A tal proposito vuoi aggiungere qualcosa?

Giorgio: Beh, di sicuro ti riferisci ai vari esperimenti realizzati durante la seconda guerra mondiale e ad uno dei casi più studiati dell’Epigenetica, quello riguardante la lunga carestia che colpì l’Olanda negli anni 1944-1945 (Luney, LH, 1992 Paediatr Perinat Epidemiol 6, 240-253). Dove si evince che oltre alla possibilità che l’ambiente modifichi il genoma attraverso meccanismi epigenetici, altri contributi scientifici hanno messo addirittura in evidenza la possibilità che tali modificazioni epigenetiche possano essere trasmesse alla progenie. Infatti i bambini nati in quel periodo erano sottopeso rispetto a quelli nati prima e dopo; inoltre in età adulta avevano una maggiore incidenza di cardiopatie e altre malattie croniche. Tali osservazioni non presentano nulla di sorprendente, date le condizioni di denutrizione che questi soggetti avevano dovuto sopportare durante la loro vita intrauterina. Ma la scoperta inaspettata fu che le donne nate in quel periodo e diventate a loro volta madri, diedero alla luce bambini essi stessi sottopeso e più soggetti a cardiopatie. L’interpretazione di gran lunga più plausibile di tali risultati è che tali caratteristiche siano state trasmesse alla seconda generazione attraverso modificazioni epigenetiche del genoma.

 

Grazie Giorgio Cerquetti per questo primo approccio con Naturopatia Puglia, di sicuro rivederemo presto altri tuo interventi, grazie!Hare Krisna!

Del resto l’uomo ha molto da scoprire fuori…anche se la via più difficile è anche la più semplice, guardarsi dentro e scendere in profondità nella propria coscienza e scoprire il tutto! A mio avviso la condizione attuale di vita và contro la natura stessa dell’essere umano, questa è la vera patologia che chiamerei sociale o globale di cui l’uomo deve debellarsi una volta per tutte.

Voglio ringraziare anche tutti i lettori di NaturopatiaPuglia.it, ogni giorno registriamo sempre più accessi al nostro portale, grazie mille a tutti!