Bari e Corato
+39 347 73 37 113
info@naturopatiapuglia.it

Terapia del Dolore del Dr. Vincenzo Paparella con gli Ioni Negativi

Io sono, noi siamo, tutti siamo

Terapia del Dolore del Dr. Vincenzo Paparella con gli Ioni Negativi


Incominciai anche a capire che i dolori, le delusioni e la malinconia non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore e dignità, ma per maturarci.
(Hermann Hesse)

Cosa sono gli ioni negativi? Gli ioni sono degli atomi che hanno perso o acquisito carica elettrica. Vengono generati in natura dalla scissione di molecole provocata dall’azione dei raggi solari, delle radiazioni, dei venti e delle maree. Quelli che hanno acquisito carica elettrica sono detti ioni negativi, invece quelli che hanno perso tale carica sono detti ioni positivi. Gli ioni negativi sono chiamati anche “ioni buoni” grazie ai loro effetti benefici sull’umore, sull’energia, sulla libido e sul benessere delle persone.

Produttori naturali di ioni negativi sono cascate, montagne, spiagge o temporali. Questi atomi aiutano a migliorare la qualità del sonno, l’appetito e velocizzano le fasi di recupero fisico.

L’aria analizzata in prossimità di cascate, spiagge, montagne o dopo un temporale presenta concentrazioni di centinaia di migliaia di ioni negativi per centimetro cubo. Più di 5.000 ricerche scientifiche hanno dimostrato che elevate quantità di ioni negativi hanno degli effetti benefici, e che, al contrario, un eccesso di ioni positivi nell’aria produce effetti negativi sulla salute.

Un gruppo di ricercatori russi fu tra i primi a credere nei benefici dei trattamenti con gli ioni negativi per coloro che soffrono di asma, bronchiti e problemi respiratori. I risultati delle ricerche confermano che gli ioni caricati negativamente hanno effetti positivi su tutti gli organismi viventi: le piante, ad esempio, crescono più sane e più velocemente e gli esseri umani sono più attenti e più rilassanti. Ricercatori affermano che gli ioni negativi agiscono sulla capacità di assimilare e utilizzare l’ossigeno. Gli ioni negativi, nel flusso sanguigno, accelerano il rilascio di ossigeno a cellule e tessuti. Accelerano l’ossidazione della serotonina (idrossitriptamina). È dimostrato che effetti benefici si riflettono sull’umore, sulla percezione del dolore e sulla sessualità. Gli ionizzatori vengono spesso usati come alternativa ad antidepressivi, quali ad esempio il Prozac.

Terapia degli ioni negativi: gli ioni sono delle particelle dotate di carica elettrica, sia positiva che negativa, che si trovano nell’aria. Queste particelle si formano in natura come conseguenza di molti fenomeni: per esempio, l’azione delle onde che si infrangono sulle coste crea un elevato numero di ioni a carica negativa, e questo potrebbe essere il motivo per cui proviamo un senso di benessere quando ci troviamo al mare.

Al contrario, l’esposizione a dispositivi elettrici e ad altre fonti di ioni positivi può essere dannosa per l’organismo. Attualmente non si conosce la percentuale della popolazione sensibile alla ionizzazione dell’aria. Le ultime ricerche hanno dimostrato che gli ioni a carica positiva sono nocivi alla salute. L’interazione sfavorevole tra esseri umani e ioni positivi è sempre esistita. Antiche credenze popolari attribuivano ad alcuni venti effetti malefici, oggi gli scienziati sanno che si tratta degli effetti degli ioni positivi. Sebbene gli ioni negativi vengano prodotti in natura, la maggior parte delle persone vive in zone in cui la presenza di questi ioni è molto scarsa.

Un rimedio efficace per tutti coloro che vogliono neutralizzare l’esposizione agli ioni positivi è un generatore di ioni negativi. L’aria ionizzata aiuta a combattere le allergie. Ricerche dimostrano che alcune sostanze allergiche come polvere e pollini hanno una carica elettrica positiva e che nei tessuti respiratori gli ioni negativi ne contrastano l’azione allergica. Altri effetti benefici si hanno, inoltre, sul sistema respiratorio.

Medici riferiscono che, nonostante i diversi responsi, generalmente gli ioni negativi producono effetti positivi e che molti pazienti con allergie respiratorie hanno riscontrato un effettivo miglioramento.

Diversi pazienti hanno confermato un considerevole sollievo dalle allergie dopo la terapia a base di ioni negativi. L’aria ionizzata è stata utilizzata nei seguenti casi: bronchiti allergiche, sinusite allergica, asma, malattia polmonare cronica ostruttiva, allergie croniche delle vie respiratorie.

Il punto di partenza è stato Il premio Nobel per la fisica Becquerel il quale scoprì che gli ioni negativi sono indispensabili per il nostro benessere e che quando questi diminuiscono, a causa di stress, traumi e fattori inquinanti, il corpo ne risente.
Uno ione negativo è un atomo (o un gruppo di atomi) che ha acquisito uno o più elettroni.  Un atomo che perde un elettrone genera il radicale libero, una specie altamente instabile e reattiva a causa della presenza, nella propria struttura, di uno o più elettroni spaiati.
Il radicale libero cerca di stabilizzare rapidamente la propria carica elettrica “rubando” elettroni dalle molecole vicine.
Queste molecole, a loro volta, diventano elettricamente instabili innescando così una serie di reazioni a catena che amplificano il fenomeno e, quindi, il numero di radicali liberi prodotti.

Quando la produzione di radicali liberi è eccessiva, si genera ciò che viene chiamato stress ossidativo, poiché vanno ad intaccare tessuti e cellule sane.

Tra i fattori che contribuiscono alla produzione di radicali liberi troviamo: stress, inquinamento, eccessiva attività fisica, esposizione ai raggi ultravioletti etc.
Ne consegue che: se il corpo riceve la giusta quantità di ioni negativi, i radicali liberi che si formano in esso saranno neutralizzati dagli elettroni mobili.
Si raggiunge così il corretto equilibrio bioelettrico dell’organismo, importante per mantenere tessuti e cellule sane.

La negatività e la vitalità delle cellule sono fornite dagli ioni negativi che il nostro organismo può ricevere in natura: tramite il contatto con la terra, in riva al mare, sotto il sole dell’alta montagna e vicino alle cascate.

I campi di applicazione sono vastissimi, nominando solo alcuni tra i più importanti: fibromialgia, artrite reumatoide, artrosi, borsite, cervicale, contratture, coxartrosi, condropatia femoro-rotulea, distorsioni, epicondilite, ernia del disco, fratture, gonartrosi, lombalgia, lussazione, osteocondrite, periartrite, tendinite ma anche in svariatissimi campi come quello dell’estetica.

Per cui alla base della Terapia del Dolore del Dr. Vincenzo Paparella, si lavora attraverso due grandi pilastri: la Medicina Tradizionale Cinese e la Psico Neuro Endocrino Immunologia. Grazie alla conoscenza approfondita di queste due grandi materie il Dr. Paparella crea una terapia mirata al dolore di ogni tipo: dall’Emicrania alla Fibromialgia, dai dolori Cervicali a quelli Artrosici, dalla Lombosciatalgia ai dolori Mestruali incontenuti.

Chiedi subito un consulto attraverso la messaggistica whatsapp:


Benefici:
• Effetto antinfiammatorio
• Miglioramento della sopportazione del dolore
• Rapida eliminazione dell’acido lattico
• Acceleramento dei processi riparativi
• Effetto antalgico
• Rilassamento muscolare
• Miglioramento della mobilità articolare
• Riduzione tempi di recupero
• Effetto detossinante
• Effetto drenante e ossigenante
• Effetto antiedemigeno
• Aumento del microcircolo
La ioniterapia rappresenta un valido ausilio per il trattamento e la riabilitazione di patologie muscolo-scheletriche.
Concorre a ridurre l’edema e il versamento emorragico di tipo post-traumatico o post-chirurgico. Agisce sulle infiammazioni contribuendo e velocizzando la guarigione dei tessuti danneggiati.
Ha un notevole effetto analgesico e antiflogistico e concorre alla guarigione di lesioni complicate avendo un’azione stimolante verso i fattori di crescita dell’endotelio vascolare, dei fibroblasti e dei mioblasti. 
Può essere utilizzata, anche in fase acuta, su patologie tendinee, muscolari e legamentose abbreviandone i tempi di recupero. 
In medicina sportiva il trattamento con ioni negativi determina una regolazione della frequenza cardiaca, stabilizzazione della pressione arteriosa, miglioramento della
perfusione, miglioramento dello stato generale della performance e un rapido recupero dopo lo sforzo.
Svolge un’azione sedativo-antalgica e contribuisce all’eliminazione dell’acido lattico
dopo una performance sportiva.

Riferimenti bibliografici. 1. Gualtierotti R, Solimene U, Tonoli D. Ionized air respiratory rehabilitation technics. Minerva Medica 1977;68:3383–9. 2. Jones DP, O’Connor SA, Collins JV, et al. Effect of long-term ionized air treatment on patients with bronchial asthma. Thorax 1976;31(4):428–32. 3. JG Llaurado, A Sances, JH Battocletti. Biologic and Clinical Effects of Low-Frequency Magnetic and Electric Fields Springfield, IL: Charles C. Thomas, 1974. 4. CC Thomas, 1973 [review].2. Fred Soyka and Alan Edmonds. The Ion Effect. Bantam, 1977 5. Jonathan V Wright, MD, corrispondenza personale.

 

Lascia un commento